iGRECO OSPEDALI, CONTINUA SUCCESSO CORSO PREPARTO

GENITORI SI DIVENTA,SEMPRE PIÙ RIFERIMENTO PER FAMIGLIE

NONA EDIZIONE AL VIA, ISCRIZIONI ENTRO MERCOLEDÌ 16

COSENZA – mercoledì 9 giugno 2021 –In un clima nazionale di recessione demografica, le culle del reparto di neonatologia de iGreco Ospedali Riuniti, continuano ad accogliere l’eccezione. Il percorso multidisciplinare di accompagnamento alla nascita e alla genitorialità, destinato ad infondere sicurezza psicologica ed emotiva alla coppia, risulta essere lo strumento più richiesto per affrontare questa esperienza con maggiore consapevolezza. Il format è efficace, i numeri elevati si rafforzano.
A confermare il trend ottimale ed esprimere soddisfazione per i risultati raggiunti dal corso, giunto alla nona edizione, coordinato da Maria Cecilia Gioia, psicologa esperta in perinatalità e psicoterapeuta e dall’ostetrica Carla Zupo, tra le professionalità in forze al reparto di ostetricia e ginecologia della Sede Operativa Sacro Cuore, è Giancarlo Greco, responsabile de iGreco Ospedali Riuniti.
Le iscrizioni a Genitori si diventa, che prenderà il via sabato 19 giugno, scadranno mercoledì 16. Per partecipare occorre scrivere a percorsodiaccompagnamento@igrecospedali.it. Una volta inviata la mail di prenotazione le partecipanti riceveranno il modello di autorizzazione al consenso dei dati personali, da compilare e restituire firmato con le indicazioni sul pagamento.
Gli appuntamenti avranno una durata di circa due ore e si terranno sulla piattaforma online Zoom. I temi sui quali le coppie si confronteranno con l’equipe formata da psicologi, infermiere ed ostetriche, saranno Quando le mamme si ascoltano (psicologa psicoterapeuta); perineo e respiro (ostetrica); movimento e rilassamento (ostetrica), diventare papà: questione di pancia? (psicologa-psicoterapeuta; genitori in contatto (ostetrica e Infermiera Pediatrica); il triangolo si.. l’avevamo considerato?! (psicologa psicoterapeuta), travaglio: come affrontarlo (ostetrica). – (Fonte iGreco Ospedali Riuniti – Comunicazione Strategica/Istituzionale Lenin Montesanto – Comunicazione & Lobbying)

iGreco OSPEDALI RIUNITI CERCA 10 INFERMIERI

MERITO E SPIRITO DI SERVIZIO, CURRICULA ENTRO LUNEDÌ 14

G.GRECO: RAFFORZIAMO LA SQUADRA PER SANITÀ DI QUALITÀ

COSENZA – lunedì 7 giugno 2021 – iGreco Ospedali Riuniti cerca 10 infermieri da inserire nell’organico delle sedi operative La Madonnina, Madonna della Catena, Sacro Cuore, San Bartolo e Misasi. La selezione di nuovo personale si inserisce nel quadro delle politiche aziendali di rafforzamento del personale medico ed infermieristico e alla luce delle recenti acquisizioni.
È quanto fa sapere Giancarlo Greco, responsabile de iGreco Ospedali Riuniti sottolineando che il criterio di selezione resta ancorato alla competenza professionale, all’abnegazione, al merito e allo spirito di servizio.
Per candidarsi i professionisti dovranno inviare il proprio curriculum vitae ed il certificato AIOP (Associazione italiana ospedalità privata) alla mail insquadraconigreco@igrecospedali.it entro lunedì 14 giugno. Successivamente alla verifica e selezione dei curricula saranno fissati dei colloqui. – (Fonte iGreco Ospedali Riuniti – Comunicazione Strategica/Istituzionale Lenin Montesanto – Comunicazione & Lobbying)

iGreco: DISPONIBILI A RILEVARE LA PROPRIETÀ DEL COSENZA CALCIO

CARIATI (Cs), giovedì 27 maggio 2021 – Il Gruppo conferma la trattativa con il presidente che però ha reso noto il suo disinteresse. Avevamo un progetto assai ambizioso per i colori della Città, acquisita anche la disponibilità di Luciano Moggi di far parte della nostra squadra. Ma il patron a quanto pare non è intenzionato a cedere la società.

È quanto dichiara Giancarlo Greco, presidente del gruppo iGreco.

A seguito di notizie apprese a mezzo stampa confermiamo come Gruppo – prosegue – che avevamo la volontà di sederci attorno ad un tavolo con il presidente al fine di rilevare il 100% della società Cosenza Calcio 1914. Purtroppo però il patron della società rossoblu ci ha fatto intendere, per tramite dei nostri inviati, che non è nelle sue intenzioni cedere la società.

Le nostre intenzioni e i nostri progetti per la squadra erano concreti – continua – ma, come è noto, per fare una trattativa bisogna essere in due altrimenti non se ne fa nulla. A causa del tempo che stringe in vista della prossima stagione calcistica nelle more di un incontro con il presidente ci eravamo portati avanti nel progetto così da far ripartire alla grande il Cosenza Calcio 1914. Non a caso nei giorni scorsi abbiamo acquisito la preliminare e piena disponibilità del direttore Luciano Moggi, storico totem nazionale del mondo del pallone che conta e vero talent scout dei principali atleti che hanno segnato la storia del palcoscenico del calcio, entusiasta di far parte del nostro progetto con un ruolo di primo piano.

Ripeto – scandisce – ci siamo quindi portati avanti, come disegno, in questo che poteva diventare per noi un progetto e un asset strategico anche dal punto di vista sociale e non solo economico per la città di Cosenza e per l’intera provincia; perimetri che, come è noto, meritano ben altre categorie calcistiche ed è per questo che ci siamo subito proiettati verso il futuro immaginando concretamente come scalare le posizioni così da portare, finalmente, il Cosenza in serie A.

Purtroppo – conclude Greco – apprese le intenzioni del presidente di non voler cedere la società e considerato che il tempo trascorso era determinante per la riuscita dell’intero progetto, amaramente dobbiamo, almeno per quest’anno, abbandonare l’idea di investire nella nostra squadra del cuore, il Cosenza Calcio 1914. (Fonte iGreco – Comunicazione Strategica/Istituzionale Lenin Montesanto – Comunicazione & Lobbying)

 

CLINICHE S.BARTOLO E MISASI,FAMIGLIA GRECO RINGRAZIA PERSONALE
RISTRUTTURAZIONE AZIENDALE, RISORSE UMANE AL CENTRO
G.GRECO (iGreco): GRATI A TUTTI PER ABNEGAZIONE

COSENZA – lunedì 24 maggio 2021 – Siamo grati a tutta la squadra delle due cliniche San Bartolo e Misasi per l’impegno, l’entusiasmo e l’abnegazione che stanno continuando a condividere rispetto all’azione di ristrutturazione dell’intera organizzazione aziendale che è in corso e che prosegue sotto i migliori auspici.
È quanto dichiara il responsabile del Gruppo iGreco Ospedali Riuniti Giancarlo Greco ringraziando una per una tutte le professionalità (medici, terapisti, infermieri, operatori socio-sanitari, amministrativi e manutentore) che, sotto il coordinamento di Emilio Rovito e Maria de Cicco, dimostrano di volerci affiancare in questo nostro nuovo progetto che porta con sé la nostra nota distintiva: porre al centro la squadra e le risorse umane.
Si respira voglia di ripresa e ottimismo in tutti. E non possiamo che interpretare questo attenggiamento come l’autentico valore aggiunto di un percorso che con queste premesse non potrà che far guadagnare momenti di crescita per quanti vi si renderanno protagonisti. – (Fonte iGreco Ospedali Riuniti – Comunicazione Strategica/Istituzionale Lenin Montesanto – Comunicazione & Lobbying)

 

SPORT AMATORIALE, PREVENIRE INFORTUNI
AMBULATORI RIABILITATIVI,RUOLO IMPORTANTE
DA iGreco UNICA CAMERA IPERBARICA PROVINCIA

COSENZA – venerdì 21 maggio 2021 – Sport e ripresa dell’attività fisica all’aria aperta dopo mesi di smart working e didattica a distanza. La prevenzione degli infortuni può e deve passare anche dagli ambulatori di riabilitazione per attuare strategie utili ad evitare un banale mal di schiena, piuttosto che una distorsione alla caviglia; traumi, questi, che si verificano frequentemente e soprattutto negli sport amatoriali.
Per Claudio Trombetti, direttore sanitario della sede operativa Madonna della Catena e Carmine Mattia Curcio, fisiatra della Clinica Misasi, entrambe del Gruppo iGreco Ospedali Riuniti, l’approccio alla prevenzione delle patologie transitorie minimali è determinante per sviluppare il potenziale di salute, migliorare la capacità nelle attività della vita quotidiana ed aggirare i piccoli mali che possono determinare invalidità. La struttura ambulatoriale, convenzionata con il Sistema Sanitario Nazionale, sarà nuovamente operativa in 10 giorni.
Obiettivi, questi, che con l’acquisizione delle quote del Gruppo Misasi, delle strutture e delle professionalità dell’importante realtà storica, iGreco Ospedali Riuniti riuscirà a garantire con ancora maggiori risultati e successi, perfezionando e completando le attività che seguono il percorso riabilitativo, dai livelli ospedalieri a quelli extra-ospedalieri.
Dalla visita specialistica fisiatrica alla rieducazione funzionale, dalla rieducazione motoria globale alla rieducazione neuromotoria, da quella ortopedica a quella post traumatica, dalla riabilitazione post intervento chirurgico alla neurologica. E poi ancora, ginnastica posturale, tecar terapia, laser terapia, magnetoterapia, ultrasuoni, massoterapia per drenaggio linfatico, elettroterapia antalgica, elettrostimolazioni, ionoforesi. Sono, queste, le prestazioni che vengono eseguite nell’ambulatorio di riabilitazione che, nel perfetto stile preferito dal Gruppo, offre la garanzia di un ambiente sanitario grazie all’approccio multidisciplinare.
Che si tratti di pazienti in età pediatrica o pazienti colpiti da ictus cerebrali, patologia molto frequente che interessa sempre più fasce d’età giovani che può consentire una continuità nella riabilitazione anche in ambito ambulatoriale, è importante affidarsi alla competenza. Caratteristica che il Centro riesce a garantire sia attraverso l’ampio ventaglio di professionalità che vi operano, sia attraverso una strumentazione all’avanguardia.
Tra le novità che saranno introdotte, la Huber terapia, la piattaforma che consente di intervenire sulla flessibilità e mobilità, il potenziamento dinamico, la postura e l’equilibrio, la resistenza. La complessiva offerta del Gruppo Misasi acquisita da iGreco Ospedali Riuniti è dotata, inoltre, dell’unica camera iperbarica della provincia di Cosenza. – (Fonte iGreco Ospedali Riuniti – Comunicazione Strategica/Istituzionale Lenin Montesanto – Comunicazione & Lobbying)

 

COSENZA, MAMMA A 63 ANNI
PARTO RECORD DA iGreco OSPEDALI RIUNITI
OVODONAZIONE, PRIMO CASO IN CALABRIA

COSENZA – martedì 18 maggio 2021 – Mamma del piccolo Emanuele a 63 anni. È il lieto e straordinario evento registratosi ieri (lunedì 17) nella sede operativa Sacro Cuore iGreco Ospedali Riuniti di Cosenza che colleziona un nuovo e straordinario record: è il primo caso in Calabria.
A darne notizia è il responsabile Giancarlo Greco complimentandosi con l’equipe medica guidata dal ginecologo e direttore del dipartimento dell’area materno infantile Raffaele Misasi per l’importante risultato destinato ad offrire un contributo importante nell’ambito della letteratura scientifica riferita alla procreazione medicalmente assistita.
La neomamma si era rivolta, infatti, ad un Centro per una fecondazione eterologa mediante ovodonazione, tecnica che consente a una donna di essere madre indipendentemente dall’età. L’ovodonazione è possibile in Italia dall’aprile del 2014. Questo, in seguito ad una sentenza della Corte Costituzionale che ha di fatto abrogato il limite contenuto nella Legge 40/2004 che vietava la possibilità di rivolgersi ad un donatore esterno alla coppia. Quando si parla di fecondazione eterologa si pensa soprattutto alla donazione di spermatozoi. Ma la donazione può essere anche da parte femminile, il che significa che le donne possono ricevere un ovocita di un’altra donna più giovane e fecondarlo con gli spermatozoi del partner creando un embrione che viene poi impiantato nell’utero della donna.
L’eccezionalità dell’evento fatto registrare da iGreco Ospedali Riuniti risiede nel fatto che la lancetta dell’età anagrafica della mamma è stata spostata ulteriormente rispetto alle linee guida italiane che impongono un tetto di 43 anni per la fecondazione assistita ed uno di 50 anni per l’eterologa, in coincidenza con la menopausa. Il parto avvenuto ieri al Sacro Cuore non resterà isolato, anzi lascia presagire che saranno sempre di più in futuro le madri anziane e persino single.
Mamma e figlio stanno bene. Di 2 chili e 400 grammi, il piccolo è nato con parto cesareo effettuato in anestesia epidurale. La gravidanza ha avuto un decorso fisiologico con un supporto farmacologico nei primi mesi della gestazione fino alla piena funzionalità placentare. I controlli periodici da parte del proprio ginecologo Misasi e le buone condizioni di salute della donna hanno fatto sì che la gravidanza potesse arrivare al suo termine naturale, consentendo la nascita di Emanuele presso la sede operativa Sacro Cuore – iGreco Ospedali Riuniti di Cosenza.
Ad assistere Misasi sono stati il collega Angelo Cannizzaro, la neonatologa Capoano, l’anestesista Paolo Panetta, le ostetriche Sbarra e Nicoletti ed il team di puericultrici, infermieri e personale ausiliario. – (Fonte iGreco Ospedali Riuniti – Comunicazione Strategica/Istituzionale Lenin Montesanto – Comunicazione & Lobbying)

 

GENITORI SI DIVENTA, ISCRIZIONI ENTRO MERCOLEDÌ 12
PROMUOVERE PREVENZIONE PRE E POST GRAVIDANZA
OTTAVA EDIZIONE: AL VIA SABATO 15 MAGGIO

COSENZA – lunedì 10 maggio 2021 – Gravidanza, riconoscere e distinguere i sintomi del cosiddetto Baby Blues, fenomeno che si dissolve in pochi giorni e che si accompagna a tristezza e pianto immotivati, umore instabile, disturbi del sonno e difficoltà a concentrarsi; dalla depressione post-partum, condizione più complessa da sottoporre all’attenzione del medico e da trattare in modo specifico. Rientra tra gli obiettivi di Genitori si diventa, il percorso multidisciplinare di accompagnamento alla nascita e alla genitorialità promosso dall’equipe di professionisti de iGreco Ospedali Riuniti che conferma il suo impegno: promuovere prevenzione primaria per tutti gli aspetti patologici del prima e dopo gravidanza.
È quanto fanno sapere Maria Cecilia Gioia, psicologa esperta in perinatalità e psicoterapeuta e l’ostetrica Carla Zupo, tra le professionalità in forze al reparto di ostetricia e ginecologia della sede operativa Sacro Cuore iGreco Ospedali Riuniti, informando che la nuova edizione, l’ottava, prenderà il via sabato 15 maggio.
Il senso di solitudine – sottolineano – dovuto alle limitazioni del momento è avvertito un po’ da tutti i genitori in attesa. Dare loro la possibilità di ritrovarsi in quello spazio per poter condividere delle esperienze e stabilire anche delle relazioni, seppur virtuali, è molto importante. Confrontarsi su preoccupazioni e paure aiuta a riscoprirsi simili. Il gruppo può aiutare anche a normalizzare dei pensieri che possono sembrare spaventanti ed unici per ogni coppia genitoriale ma che poi dal confronto con altri genitori si normalizzano e diventano, quindi, anche più accettabili.
Le iscrizioni a Genitori si diventa scadono mercoledì 12. Per partecipare occorre scrivere a percorsodiaccompagnamento@igrecospedali.it. Una volta inviata la mail di prenotazione le partecipanti riceveranno il modello di autorizzazione al consenso dei dati personali, da compilare e restituire firmato con le indicazioni sul pagamento.
I temi saranno affrontati con l’equipe formata da psicologi, infermiere ed ostetriche, nel percorso incentrato su dialogo, confronto ed ascolto, nel corso degli appuntamenti che avranno una durata di circa due ore e che si terranno sulla piattaforma online Zoom. Ecco, quali sono: Quando le mamme si ascoltano (psicologa psicoterapeuta); perineo e respiro (ostetrica); movimento e rilassamento (ostetrica), diventare papà: questione di pancia? (psicologa-psicoterapeuta; genitori in contatto (ostetrica e Infermiera Pediatrica); il triangolo si.. l’avevamo considerato?! (psicologa psicoterapeuta), travaglio: come affrontarlo (ostetrica). – (Fonte iGreco Ospedali Riuniti – Comunicazione Strategica/Istituzionale Lenin Montesanto – Comunicazione & Lobbying)

 

CHIRURGIA LAPAROSCOPICA, NUOVO INTERVENTO RECORD DA iGreco
DIMESSO IN POCHI GIORNI DOPO INTERVENTO DI EMICOLECTOMIA
BUONA SANITÀ PER FRENARE MIGRAZIONE SANITARIA

COSENZA – venerdì 7 maggio 2021 – Paziente già sottoposto a trapianto di rene, con altre patologie che hanno reso l’operazione stessa delicata e complessa, operato di Emicolectomia sinistra videolaparoscopica per una grave forma di diverticolite, è stato dimesso in pochi giorni ed in condizioni cliniche ottimali. A far registrare un nuovo successo, annoverabile tra i casi di buona sanità, è la sede operativa La Madonnina – iGreco Ospedali Riuniti.
Ad esprimere soddisfazione per la riuscita dell’intervento è il responsabile Giancarlo Greco sottolineando come, attraverso l’approccio della chirurgia laparoscopica che fa registrare alla struttura privata convenzionata con il Sistema Sanitario Nazionale, continui ed efficaci risposte di qualità, si confermi l’impegno a frenare la migrazione sanitaria.
Anche la Calabria – aggiunge – può e deve reggere il confronto con le realtà sanitarie anche di eccellenza di altre regioni del mezzogiorno e non solo.
L’intervento è stato eseguito dall’equipe chirurgica guidata dal responsabile medico della sede operativa La Madonnina iGreco Ospedali Riuniti, dottor Tonino Perri e composta dai dottori Pietro Luigi Covello, Riccardo Pellegrini e Salvatore Bilotto, con la collaborazione dell’anestesista dottor Vincenzo Blasi.
È perfettamente riuscito e dopo pochi giorni il paziente è stato dimesso in ottime condizioni cliniche.
La particolarità dell’intervento risiede sia nella tecnica chirurgica laparoscopica, utilizzata oramai da mesi con successo su decine di pazienti de iGreco Ospedali Riuniti, sia nelle condizioni cliniche di partenza del paziente. – (Fonte iGreco Ospedali Riuniti – Comunicazione Strategica/Istituzionale Lenin Montesanto – Comunicazione & Lobbying)

 

GRAVIDANZA, RICONOSCERE DEPRESSIONE POST-PARTUM
PREVENZIONE, CONTINUA IMPEGNO iGreco OSPEDALI RIUNITI
GENITORI SI DIVENTA,NUOVA EDIZIONE DA SABATO 15

COSENZA – lunedì 3 maggio 2021 – Gravidanza, riconoscere e distinguere i sintomi del cosiddetto Baby Blues, fenomeno che si dissolve in pochi giorni e che si accompagna a tristezza e pianto immotivati, umore instabile, disturbi del sonno e difficoltà a concentrarsi; dalla depressione post-partum, condizione più complessa da sottoporre all’attenzione del medico e da trattare in modo specifico. Rientra tra gli obiettivi di Genitori si diventa, il percorso multidisciplinare di accompagnamento alla nascita e alla genitorialità promosso dall’equipe di professionisti de iGreco Ospedali Riuniti che conferma il suo impegno: promuovere prevenzione primaria per tutti gli aspetti patologici del prima e dopo gravidanza.
È quanto fanno sapere Maria Cecilia Gioia, psicologa esperta in perinatalità e psicoterapeuta e l’ostetrica Carla Zupo, tra le professionalità in forze al reparto di ostetricia e ginecologia della sede operativa Sacro Cuore iGreco Ospedali Riuniti, informando che la nuova edizione, l’ottava, prenderà il via sabato 15 maggio.
Il senso di solitudine – sottolineano – dovuto alle limitazioni del momento è avvertito un po’ da tutti i genitori in attesa. Dare loro la possibilità di ritrovarsi in quello spazio per poter condividere delle esperienze e stabilire anche delle relazioni, seppur virtuali, è molto importante. Confrontarsi su preoccupazioni e paure aiuta a riscoprirsi simili. Il gruppo può aiutare anche a normalizzare dei pensieri che possono sembrare spaventanti ed unici per ogni coppia genitoriale ma che poi dal confronto con altri genitori si normalizzano e diventano, quindi, anche più accettabili.
Le iscrizioni a Genitori si diventa scadono mercoledì 12. Per partecipare occorre scrivere a percorsodiaccompagnamento@igrecospedali.it. Una volta inviata la mail di prenotazione le partecipanti riceveranno il modello di autorizzazione al consenso dei dati personali, da compilare e restituire firmato con le indicazioni sul pagamento.
I temi saranno affrontati con l’equipe formata da psicologi, infermiere ed ostetriche, nel percorso incentrato su dialogo, confronto ed ascolto, nel corso degli appuntamenti che avranno una durata di circa due ore e che si terranno sulla piattaforma online Zoom. Ecco, quali sono: Quando le mamme si ascoltano (psicologa psicoterapeuta); perineo e respiro (ostetrica); movimento e rilassamento (ostetrica), diventare papà: questione di pancia? (psicologa-psicoterapeuta; genitori in contatto (ostetrica e Infermiera Pediatrica); il triangolo si.. l’avevamo considerato?! (psicologa psicoterapeuta), travaglio: come affrontarlo (ostetrica). – (Fonte iGreco Ospedali Riuniti – Comunicazione Strategica/Istituzionale Lenin Montesanto – Comunicazione & Lobbying)

 

PATOLOGIE CUORE, COVID NON DISTRAGGA DA PREVENZIONE
LISTE ATTESA BREVI, CONTINUA IMPEGNO iGreco OSPEDALI RIUNITI
RIABILITAZIONE CARDIOLOGICA, RIDUCE MORTALITÀ DEL 30%

COSENZA, venerdì 30 aprile 2021 – In quest’ultimo anno e mezzo si è registrato, da una parte, un incremento del 17% degli arresti cardiaci verificatisi sul territorio; dall’altra un crollo negli ingressi al pronto soccorso per dolore toracico intorno al 40-50%. Sono, numeri, questi, che fanno riflettere sugli effetti negativi che la pandemia ha avuto e continua ad avere sull’aspetto della prevenzione e dell’approccio alla cura.
A richiamare alla necessità di un’inversione di rotta è Franco Boncompagni, cardiologo nelle sedi operative La Madonnina e Madonna della Catena iGreco Ospedali Riuniti che in Calabria, anche attraverso la sede Operativa Sacro Cuore, garantiscono un’autentica rete di protezione per le patologie del cuore.
Il cardiopatico è vulnerabile e fragile rispetto alla resistenza al virus – aggiunge – ma non bisogna sottovalutare che le persone sane possono andare incontro a complicazioni cardiologiche indotte dal covid. Basti pensare alla sedentarietà determinata dall’isolamento che ha contribuito a far incrementare fattori di rischio importanti come il fumo, la scarsa attività fisica, l’aumento di peso. Per paura o perché sono state chiuse le liste d’attesa degli ambulatori c’è stato un ritardo notevole nei controlli di routine. Hanno fatto registrare in generale un crollo notevole anche le prestazioni cardiologiche per acuti. Nel caso di presunte coronopatie, le persone hanno dimostrato titubanza a recarsi in pronto soccorso, spesso ingolfati per paura di entrare in contatto con il virus. Sono stati tantissimi i casi di pazienti che vi si sono rivolti giorni dall’episodio. Con tutte le conseguenze del caso.
Alla sede operativa La Madonnina iGreco Ospedali Riuniti, convenzionata con il Sistema Sanitario Nazionale, per quanto riguarda il servizio di cardiologia, si sono continuate a dare risposte efficaci ed efficienti in misura rapida. I tempi di attesa per le prestazioni come l’eco-cardiogramma e l’eco- doppler non superano i 15 giorni; le prove da sforzo vengono fatte in una settimana.
Per Boncompagni l’attenzione deve essere posta anche sulla riabilitazione cardiologica, ambito che alla sede operativa La Madonna della Catena iGreco Ospedali Riuniti è stato potenziato sia attraverso il modello degenziale che ambulatoriale ma che richiederebbe una maggiore comunicazione nella filiera sanitaria.
Seguire percorsi di riabilitazione cardiologica – chiarisce – significa ridurre la morbosità, vale a dire, la ricaduta e la mortalità nel tempo. Tra chi fa riabilitazione post evento chirurgico e chi non la fa c’è una riduzione di mortalità del 25-30%. I candidati alla riabilitazione cardiologica sono, tra gli altri, i pazienti post-chirurgici, rivascolarizzati, dopo by-pass, dopo intervento valvolare, quelli con scompenso cardiaco. – (Fonte iGreco Ospedali Riuniti – Comunicazione Strategica/Istituzionale Lenin Montesanto – Comunicazione & Lobbying)